Bonus sociale gas

Bonus sociale per disagio economico

A partire dal 2021 il bonus sociale per disagio economico viene erogato in modo automatico in bolletta per i nuclei familiari che ne hanno diritto, senza che questi debbano presentare domanda, come previsto dal decreto legge 26 ottobre 2019 n. 124, convertito con modificazioni dalla legge 19 dicembre 2019, n. 157. 

La nuova modalità di erogazione del bonus è operativa secondo le tempistiche previste dalla delibera ARERA n. 63/21 a partire dal secondo semestre 2021 e sono riconosciute, con accredito in bolletta, anche le eventuali quote già maturate relative ai precedenti mesi dell’anno. 

Chi ne ha diritto

Le condizioni previste per avere diritto al bonus per disagio economico non sono cambiate. È necessario appartenere a una delle seguenti condizioni:

  • un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro,
  • un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro,
  • un nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.


Uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve essere intestatario di un contratto di fornitura gas con tariffa per usi domestici e attivo, oppure usufruire di una fornitura condominiale gas attiva.
Il bonus vale esclusivamente per le forniture di gas metano distribuito a rete, non per il gas in bombola o per il GPL.

Come ottenerlo 

Il riconoscimento in bolletta avverrà automaticamente, senza necessità di presentare una specifica domanda al Comune o all’ente da esso designato; sarà sufficiente che ogni anno, a partire dal 2021, il cittadino/nucleo familiare presenti, tramite ad esempio il Comune, i CAF o il sito INPS, la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere l’attestazione ISEE, utile per le differenti prestazioni sociali agevolate (es.: assegno di maternità, mensa scolastica, bonus bebè ecc.).

Se il nucleo familiare rientrerà in una delle tre condizioni di disagio economico che danno diritto al bonus, l’INPS invierà i suoi dati, nel rispetto della normativa sulla privacy, al SII, Sistema Informativo Integrato, banca dati informatica che contiene il registro nazionale delle forniture elettrica e gas, gestita dalla Società Acquirente Unico. 

Il SII incrocerà i dati ricevuti dall’INPS con quelli relativi alle forniture di gas, individuerà le forniture aventi diritto e, li comunicherà ai venditori e distributori di gas, indicando il periodo di validità dell’agevolazione, permettendo così l’erogazione automatica del bonus.

Valore del bonus gas

Il valore del bonus è aggiornato annualmente dall’ARERA, sempre entro il 31 dicembre dell’anno precedente. 

L'ammontare della compensazione della spesa è differenziato per zone climatiche di appartenenza del punto di riconsegna, per categorie d'uso associato alla fornitura e parametrato al numero dei componenti della famiglia.

Modalità di erogazione del bonus

L’erogazione automatica dei bonus sociali gas avrà inizio da luglio 2021.
Con la pubblicazione della Delibera 257/2021/R/com, sono state definite le logiche per le quali, sempre a partire da luglio 2021, saranno riconosciute anche le eventuali quote di bonus già maturate e relative a periodi di agevolazione precedenti al 01/07/2021.
Per i consumatori intestatari di una fornitura di gas naturale (clienti diretti) il bonus viene corrisposto direttamente in bolletta. L’ammontare annuo è suddiviso per i 12 mesi di agevolazione.

La compensazione è riconosciuta anche ai clienti domestici indiretti che utilizzano impianti condominiali centralizzati alimentati a gas naturale. In tal caso, il bonus sociale gas è riconosciuto attraverso la corresponsione di un contributo una tantum, tramite bonifico domiciliato, intestato al dichiarante la DSU, erogato da parte di CSEA.


Come avere informazioni sul bonus 

Lo Sportello per il Consumatore, istituito dall’Autorità e gestito in collaborazione con Acquirente Unico S.p.A., fornisce informazioni e assistenza ai clienti finali sulla regolazione nei settori dell’energia elettrica del gas e del sistema idrico. 
Tra i servizi che lo Sportello mette a disposizione dei consumatori sono presenti il Contact Center e il Servizio SMART help che permettono di ottenere rapidamente informazioni o risolvere controversie su specifiche problematiche tra le quali la mancata erogazione del bonus sociale o l’iter dell’agevolazione, compreso anche per quanto riguarda il bonus sociale gas indiretto, trasmettendo idonea documentazione.
Per ulteriori informazioni è possibile chiamare il numero verde 800.166.654 dello Sportello per il Consumatore oppure consultare direttamente il sito dell’Autorità e dello Sportello per il Consumatore rispettivamente ai seguenti link:

 

Pronto intervento gas: Emilia Romagna 800 343434 Liguria 800 010020